Home | La Piscina | Fasi costruttive di piscina in cemento armato isolato

Fasi costruttive di una piscina in cemento armato isolato

LA PISCINA
Ogni giardino o angolo di giardino con la costruzione di una piscina subisce una notevole trasformazione. L'effetto estetico che si manifesterà sarà notevole e nella maggior parte dei casi stupisce lo stesso cliente. Quando si pensa alla costruzione di una piscina nell'immaginario comune l'opera viene paragonata alla costruzione o alla ristrutturazione di un immobile con tutti i vantaggi ed i conseguenti svantaggi. In realtà, affidandovi ad una ditta competente specializzata nella costruzione di una piscina e che realizza in proprio tutte le attività necessarie ovvero che coordina i lavori, la realizzazione di una piscina sarà rapida, estremamente semplice e poco invasiva.
Analizzeremo passaggio per passaggio tutte le fasi che porteranno alla conclusione del processo di costruzione di una piscina spiegando con foto le diverse lavorazioni che devono essere eseguite. Acqua SPA segue e realizza normalmente tutte queste attività nel rispetto delle norme, con personale qualificato e cercando di limitare il più possibile i disagi per il cliente.
Nel nostro sito sono illustrate le varie tecniche costruttive per la realizzazione delle piscine ora analizzeremo nel dettaglio la costruzione con i casseri isolanti Isoblok e l'impiego del calcestruzzo armato.

- SOPRALLUOGO
Per la costruzione di una piscina interrata occorre sempre richiedere le preventive autorizzazioni burocratiche e ricevere da parte del comune specifico consenso seguendo le norme tecniche edilizie. Una volta in possesso dei titoli autorizzativi necessari si compie un sopralluogo per collocare attraverso un tracciamento l'esatta posizione della piscina indicata nel progetto. A seguito dell'approvazione dell'incartamento amministrativo Acqua SPA, con il suo ufficio tecnico interno redige sempre un progetto esecutivo specifico per la piscina da realizzare ove sono indicati: ingombri di scavo, interferenze con impianti, distanze da elementi critici (confini, ecc,), quote rispetto a punti e/o quote di riferimento, posizione degli allacci elettrici ed idraulici, posizione delle tubazioni dell'impianto tecnico, progetto quindi ben diverso da quello necessario da quello del titolo autorizzativo che tiene conto degli ingombri e della posizione della piscina. Fissata la posizione della piscina occorre attrezzarsi per il primo passo da compiere per la sua realizzazione cioè lo scavo. Per indicare con precisione all'addetto che manovrerà il mezzo di scavo i limiti di intervento indicati nel progetto esecutivo occorre individuare in modo visibile sul terreno l'area da scavare.

sopralluogo costruzione piscina

- SCAVO

scavo costruzione piscina

Una volta individuata la posizione della piscina occorre valutare un limite di scavo leggermente maggiore cosi da permettere la costruzione delle murature, le lavorazioni in sicurezza ed il passaggio degli impianti.

- BASAMENTO

basamento piscina

Eseguito lo scavo della corretta dimensione con la profondità adeguata e scelta in funzione del posizionamento verticale della vasca il passo successivo della costruzione della piscina è la realizzazione del basamento di fondo. Come ampiamente spiegato nell'illustrazione delle varie tecniche costruttive il basamento segue il medesimo processo costruttivo per quasi ogni tipologia di piscina. Il basamento della piscina è realizzato in cemento armato. Per costruire il basamento è necessario che il diametro del ferro e la qualità del calcestruzzo siano correttamente dimensionati da un professionista strutturista; Acqua SPA possiede all'interno del proprio ufficio tecnico le competenze tecniche per questa specifica progettazione. Seguendo il progetto esecutivo gli addetti dispongono all'interno dello scavo le maglie metalliche necessarie a garantire la tenuta strutturale della vasca, gli scarichi di fondo della piscina, i ferri verticali in corrispondenza del passo casseri per preparare il getto del calcestruzzo. Una volta pronta l'armatura sul fondo, si effettua il getto del calcestruzzo tramite un betoncar o una betonpompa (in situazioni di difficile accesso il calcestruzzo verrà impastato con betoniere portatili direttamente in cantiere. Una volta concluso il getto, il basamento sarà già realizzato e basterà fatto maturare.

basamento piscina gettato

- PERIMETRO

perimetro piscina

Una volta avvenuta la maturazione del calcestruzzo del basamento sarà possibile procedere con la costruzione delle pareti e quindi del perimetro della piscina. La tecnica costruttiva della realizzazione del perimetro con il cemento armato isolato permette di interrompere il naturale scambio termico tra il terreno e l'acqua e garantisce un'acqua della piscina sensibilmente più calda garantendo comunque dal punto di vista strutturale un risultato pari al cemento armato tradizionale ma un'evoluzione dal punto di vista energetico. La costruzione del perimetro con i casseri isolanti avviene incastrando opportunamente ogni singolo elemento in EPS fino a formare una struttura della forma desiderata. Durante l'esecuzione del basamento sono stati preliminarmente predisposti i ferri verticali in posizione opportuna in corrispondenza dei punti di inserimento dei casseri creando cosi l'armatura verticale delle pareti con passo costante dei ferri. Sommando le varie file di casseri si otterrà la parete con la profondità desiderata della vasca. Installando ogni fila di casseri bisogna aver cura di inserire anche l'armatura orizzontale che andrà legata a quella verticale a regola d'arte edile un'orditura resistente in vista del successivo getto delle pareti.

inserimento componenti piscina

Conclusa la costruzione delle pareti con i casseri isolanti, e quindi della forma della vasca, dovranno essere inseriti nelle pareti tutti i componenti a murare necessari al funzionamento della piscina come: skimmer, bocchette, presa aspirafango, casserature fari, eventuali giochi d'acqua ecc.
Per concludere la costruzione del perimetro l'ultimo passo sarà il getto di calcestruzzo all'interno dei casseri a perdere predisposti. I casseri sono infatti all'interno cavi e contengono le armature perciò con un getto dall'alto vengono riempiti gradualmente per tutta la profondità.

getto interno casseri piscina

- REINTERRO

reinterro piscina

Conclusa la costruzione delle pareti e attesa la sua normale maturazione si può procedere con il reinterro della piscina con una parte del terreno di scavo.

- POSA BORDO PERIMETRALE

posa bordo perimetrale piscina

Successivamente al reinterro del terreno intorno alla vasca sarà necessario posizionare il bordo. Il bordo della piscina ha la funzione di rifinire la profondità della parete perimetrale creando una cornice gradevole e su cui si può anche sostare.
Al di sotto del bordo deve essere preventivamente montata la guida in alluminio: sulla parete è infatti necessario tassellare sul calcestruzzo ormai maturato una guida spessa circa 1 cm che servirà per agganciare il PVC di rivestimento. Al di sopra di questa guida verrà posta la colla per il posizionamento della piastrella perimetrale di bordo. Prima della posa della colla ed il posizionamento definitivo della piastrella di bordo ogni elemento viene posato a secco e vengono effettuati i tagli di campitura necessari.

- COSTRUZIONE ZONA SOLARIUM

costruzione zona solarium piscina

Intorno alla vasca in adiacenza al bordo è possibile creare, a richiesta, una zona solarium. Nella stagione estiva oltre ad utilizzare la piscina come luogo di refrigerio e divertimento nel giardino gli utilizzatori gradiscono sostare e prendere il sole. La vasca della piscina è contornata quindi spesso da un bordo che serve a ricoprire lo spessore della parete e consente anche di sostare per esempio mantenendo le gambe in acqua. Al di fuori del bordo, il cliente può scegliere se proseguire con un pavimento in cui poter allestire con sdraio e ombrelloni una zona vicina alla vasca che consenta di uscire dall'acqua e sostare o prendere il sole oppure avvicinarsi per l'ingresso senza portare il acqua eventuale sporco che si potrebbe accumulare sotto i piedi se ci fosse tutto il prato intorno.

battuto perimetrale piscina

Il battuto perimetrale viene solitamente realizzato in calcestruzzo armato, previa eliminazione del terreno naturale sottostante. Questa pavimentazione verrà rifinita con la pavimentazione desiderata tenendo presente nella scelta del materiale, il contesto di inserimento, l'esposizione e le caratteristiche estetiche richieste dal cliente.
br> Si deve sempre tenere conto della scelta dei materiali a pavimento, che permettano di non riscaldarsi eccessivamente sotto il sole e che mantenga le sue caratteristiche anche nei mesi più freddi con forte sbalzo termico.

pavimentazione esterna piscina

- COSTRUZIONE DELLA SCALA INTERNA ALLA PISCINA

costruzione scala interna piscina

Qualora il cliente lo richieda è possibile realizzare la scala interna alla vasca. Tale manufatto può essere realizzato sempre con l'ausilio dei casseri in EPS o con tecniche costruttive tradizionali (cemento armato, blocchetti armati e gettati, ecc.). Nel caso illustrato in foto si sta predisponendo una struttura per una scala alla "tropezienne" con i casseri KS 300 che verranno successivamente riempiti di calcestruzzo.
Per le scale, ne esistono altri modelli di varie forme e dimensioni visibili qui.

realizzazione scala interna piscina

Una volta realizzata la struttura della scala, questa deve essere completamente rasata prima di essere poi rivestita.

- RASATURA DEL FONDO E DELLE PARETI DELLA PISCINA

rasatura fondo piscina

Poiché il PVC di rivestimento viene tenuto in pressione dal battente d'acqua superiore, è di fondamentale importanza la perfetta rasatura del fondo della piscina per evitare che le imperfezioni del getto del basamento vengano evidenziate in particolare con le luci della piscina accese.
Anche le pareti della piscina possono essere rasate per una perfetta finitura ma sulle piscine realizzate con i casseri KS 300 è preferibile installare un materassino sulle pareti perimetrali.
Il materassino, oltre ad assicurare un'ulteriore protezione del cassero, è anallergico ed antibatterico al fine di ridurre il rischio di proliferazione di microorganismi assicurando indirettamente ulteriore protezione dall'involontario danneggiamento meccanico del perimetro ed assicurando movimenti tra estate ed inverno del PVC senza cagionare grinze sul rivestimento.

- RIVESTIMENTO

rivestimento piscina

Il rivestimento classico per le piscine moderne viene oggi realizzato con materiali plastici a diversa finitura denominati PVC o liner.
Il rivestimento in PVC assicura l'impermeabilizzazione e la finitura estetica della vasca.
Attualmente il PVC si preferisce al rivestimento con piastrelle, resina oppure al mosaico per motivi soprattutto pratici in quanto:
- è facilmente manutenibile;
- una volta deteriorato (alle nostre latitudini dura più di 15 anni) può essere sostituito senza l'ausilio di opere murarie;
- risulta un ottimo impermeabilizzante;
- è molto più economico degli altri rivestimenti.

Esistono diversi tipi di PVC di rivestimento che si distinguono per le loro caratteristiche meccaniche ed estetiche.

Il liner è un rivestimento con spessore compreso tra 0,5 e 0,75 mm; si utilizza per rivestire ogni tipo di piscina e viene costruito e saldato in fabbrica arrivando in cantiere già della forma desiderata come un grande sacco (da cui la denominazione di rivestimento "a sacco"). Non può essere termosaldato e non è particolarmente indicato per rivestire le scale di ingresso realizzate in opera ovvero non si adatta molto bene alle forme libere ed a piscine più grandi 15 x 7 m per il peso del sacco da movimentare.

La membrana è un rivestimento con spessore di 1,5 mm; questo PVC presenta una armatura al suo interno e viene portata in cantiere in rotoli alti da 1,65 m a 2 m e lunghi dai 21 ai 25 m. Un operatore, per la posa del materiale, ancora il telo alla bandella perimetrale sotto bordo precedentemente fissata e poi lo tende sulla parete fino a ripiegarlo sul fondo dove verrà fissato con dei tasselli. Concluso il rivestimento del perimetro, con perfetta posa del PVC verticale, verrà rivestito il fondo longitudinalmente con strisce sovrapposte. Le diverse strisce, verranno quindi termosaldate con phon ad aria calda e le sovrapposizioni risultanti saranno finite con apposito PVC liquido in corrispondenza del punto di discontinuità. Sulle pedate della scala interna, sulle aree relax e più in generale su tutte le porzioni di piscina con altezze inferiore a 1,3 m è fortemente raccomandato l'impiego di una membrana in PVC armato ma antisdrucciolo.
Le membrane vengono costruite da varie aziende che ne producono di varie fantasie e colori; va segnalata la presenza di una particolare membrana come il PVC "Touch" o il FLAGPOOL "Armonia Sensitive".
Questo tipo di PVC è una membrana di rivestimento sempre con armatura interna ma con finitura materica e spessore 2 mm. La sua particolarità consiste nella finitura estetica in quanto vengono appunto riprodotti vari effetti materici come la pietra, la sabbia oppure il marmo. In alcune finiture può essere completamente antisdrucciolo.
Il risultato estetico è notevole senza tralasciare la qualità costruttiva e le caratteristiche meccaniche.
Una volta posato il PVC si procederà alla flangiatura dei componenti a murare, quindi immediatamente al riempimento della piscina ed alla sua messa in esercizio.

- RIEMPIMENTO

riempimento piscina

Concluse le operazioni di rivestimento è il momento di riempire la vasca e compiere le rifiniture come per esempio le ultime stuccature o il montaggio dei giochi d'acqua. Una volta portato a livello l'acqua nella vasca si devono svolgere tutte le operazioni di avviamento controllando il corretto funzionamento dell'impianto di filtrazione e programmando il trattamento dell'acqua.
Nel caso di un impianto ad elettrolisi salina occorrerà che l'acqua raggiunga almeno i 14⩝ C per inserire in vasca i sacchi di sale nel quantitativo necessario, quindi una volta disciolto, avviare il processo di produzione automatica dell'ossidante, in questo caso il cloro.
Affinché la produzione di cloro tramite elettrolisi sia efficace occorrerà che il pH dell'acqua sia compreso fra 7,2 e 7,6 qualora non fosse cosi prima di avviare la produzione sarà necessario portarlo in quel range con la corretta dose di pH+ o pH-.

piscina realizzata da acqua-spa

A questo punto la piscina è realizzata e non resta che augurarvi:

... buon divertimento con le piscine Acqua SPA!!!